Vacanze studio

Nella necessita’ di provare a proporre ad un adolescente la più classica delle vacanze (studio all’estero), mi sono accorta che c’era una latenza che andava nominata e rappresentata. Si va a studiare altrove per imparare una lingua, per ricevere impressioni usi e costumi di altri paesi, per cercare una piu’ ampia visione del mondo. Si va altrove a prendere qualcosa di più, di nuovo, di ricco e  di significativo. Eppure non si dice mai e con abbastanza intenzione, cos’altro si va a fare: dare. Dare se stessi, offrire la propria impressione sul mondo, a informarlo, con le proprie idee, le intenzioni, … Continua a leggere Vacanze studio

azione. riprendere i contatti con il blog

cosa ho imparato in questo periodo spericolato da blogger itinerante? sarebbe interessante anche capire cosa ho “lasciato” in giro. l’acquisizione più recente è che la terzità rappresenta la necessità di chi educa e governa un processo educativo; per crescere occorre uno sguardo altro/altrui e per capire (anche me stesso) sono necessarie le domande di qualcuno che non sono io. più che una meta-riflessione sono appunti di viaggio. una moleskine digitale. Continua a leggere azione. riprendere i contatti con il blog